Ictus

Prevenire l’ictus con l’alimentazione

LINEA NUTRICARE


L’ictus, conosciuto anche come attacco celebrale, causa la morte delle cellule del cervello a seguito della comparsa improvvisa di sintomi riconducibili a un deficit delle funzioni cerebrali. Deve essere diagnosticato e trattato con prontezza in ospedale perché comporta un elevato rischio di disabilità. Il rischio di ictus aumenta con l’avanzare dell’età, a seguito di carenze nutritive (in molti casi dovute ad un mal assorbimento) o di scarsa attività fisica. Dopo un ictus, cambiare il proprio stile di vita è indispensabile: questo comporta fare maggior esercizio, monitorare la pressione arteriosa e mangiare più sano.

L’alimentazione assume un ruolo fondamentale nel processo di guarigione da un ictus perché una dieta sana e consapevole, ricca e completa di tutti i macronutrienti, non solo migliora lo stato di salute in generale, ma riduce il rischio che l’ictus possa verificarsi nuovamente. Mangiando alimenti a basso contenuto di grassi, zuccheri e sale terrai sotto controllo la pressione sanguigna, il colesterolo e il diabete. Naturalmente, il nuovo regime alimentare non dovrà sacrificare il gusto del buon cibo: le erbe e le spezie sono insaporitori naturali, ideali per rendere ogni tuo piatto squisito.

vai al carrello